info@ilbrugnolo.it + 39 0522.983980

Antico Borgo Medioevale di Votigno di Canossa

Antico Borgo Medioevale di Votigno di Canossa

Uno dei borghi medievali antichi più belli e meglio conservati d’Italia.

A poco più di 20 km dal nostro agriturismo si trova Votigno di Canossa, un caratteristico ed antico borgo di origine medievale affacciato sulla piccola valle del Rio Cerezzola. Il suggestivo borgo è costituito da tipiche case in pietra un tempo in fase di abbandono che nei primi anni '90 sono state riportate all'antico splendore grazie ad un attento lavoro di restauro.

A soli 2 km si trovano i ruderi dello storico Castello di Canossa, luogo della storica mediazione del 1077 tra Papato e Impero, grazie alla Contessa Matilde. Secondo gli storici il borgo di Votigno, fortificato e nascosto dalle colline, dava rifugio ai soldati della contessa intenti a difendere il prezioso castello. Come testimonianza dell'antico ruolo di questo luogo vi sono: le mure, la torre medioevale e il volto in pietra che si apre come una finestra sulla piazza. Passeggiare lungo le sue strade è come fare un tuffo nel passato.

Oltre ad essere uno dei borghi medievali antichi più belli e meglio conservati d’Italia, racchiude tra le sue mura un tempio buddista: la Casa del Tibet, emanazione diretta, dal punto di vista culturale, del governo tibetano in esilio. Il borgo simboleggia oggi il ruolo di pacificazione che ebbe Canossa nel Medioevo. Prima in Europa e unica in Italia, la Casa del Tibet fu fondata nel 1990 dal medico reggiano Stefano Dallari.

Nel 1999 il luogo fu visitato dal Dalai Lama in persona, il quale ne rimase particolarmente colpito. La visita del monaco è ricordata in un piccolo "gompa", dove sono raccolte le sue immagini ed alcuni oggetti di culto. All’interno della struttura si trova il Museo del Tibet, aperto al pubblico la domenica pomeriggio. Al suo interno sono custoditi oggetti rari ed originali della cultura, della religione e della vita quotidiana del Tibet, raccolti in anni di appassionata ricerca.

Torna a...

Condividi sui social