info@ilbrugnolo.it + 39 0522.983980

Cicloturismo a Scandiano: itinerari in mountain-bike

Cicloturismo a Scandiano: itinerari in mountain-bike

Alla scoperta della tranquilla campagna emiliana ...

Per gli amanti della bicicletta Scandiano offre alcuni interessanti percorsi naturalistici che guidano alla scoperta della tranquilla campagna emiliana, l’ideale per chi vuole divertirsi facendo un po’ di sport a stretto contatto con la natura. Si tratta di itinerari molto belli e generalmente in pianura ai quali possono prendere parte anche i bambini.

ITINERARIO 1 | TRA I FILARI DI QUERCE MONUMENTALI

Itinerario: pianeggiante
Periodi di Svolgimento: dalla primavera all'autunno

Il percorso inizia dal Castello di Arceto, tipico esempio di castello medievale ben conservato. Attraversata la strada Scandiano-Arceto si imbocca Via Partitora, la quale, usciti dal paese, corre nella campagna tra campi coltivati, vigne e case rurali. Dopo circa 2,5 km ci si immette in una strada bianca, Via Madonna della Neve, e al Santuario della Madonna della Neve si gira a destra e poi subito a sinistra, imboccando la strada che porta a Fellegara, Via Brugnoletta. Dopo aver attraversato Fellegara si prosegue sulla strada per Reggio. A un incrocio a T girare a destra e al successivo incrocio girare a sinistra, fino ad arrivare a Case Fellegara. A questo punto si prende Via Mabrazza e dopo un ponticello sul Canale si prende Via Molinazza e allo stop successivo si imbocca a sinistra, verso Reggio. Dopo 400 metri si prende la tranquilla Via del Molino e poi nei due incroci successivi si prende a sinistra. Si prosegue per Via del Diavolo e dopo circa 1 km si imbocca a destra su una strada trafficata, da percorrere verso destra per 300 metri, per poi svoltare a sinistra tra due ali di vigne. Aggirata la torretta-colombaia e attraversata l'aia, si torna sullo stradello iniziale che, preso a sinistra, riporta al centro di Arceto.

ITINEARIO 2 | IL GIRO DI SAN BARTOLOMEO

Itinerario: tra pianura e collina
Periodi di Svolgimento: dalla primavera all'autunno

Anche questo itinerario parte dal Castello di Arceto. Si prende la strada per Casalgrande e superato il ponte sul torrente Tresinaro, si gira a sinistra per S. Donnino. Si continua verso sinistra per uno stradello asfaltato e subito dopo il bivio cappella esagonale si gira a destra. Ad un certo punto si imbocca destra per Via S. Vincenzo e dopo circa un km si imbocca a sinistra per via Martiri. Sbucati sulla strada principale si gira a sinistra e dopo 300 metri si prende Via Querciola. Ad un incrocio a T si gira a sinistra e si prosegue dritti fino a quando ci si reimmette sulla strada asfaltata. Si gira a destra e dopo 200 metri di nuovo a destra per Via Querciola (stesso toponimo della precedente ma strada diversa). Dopo un tratto di strada non asfaltata, ad un certo punto, all'altezza di un gruppo di case si ritorna sulla strada asfaltata. Si gira a destra e dopo il borgo di Casellette si arriva alla strada principale che collega Arceto a Casalgrande. Infine, girando a sinistra e dopo essere ripassati sul ponte Tresinaro il percorso si conclude al Castello.

ITINERARIO 3 | COLLEGAMENTO TRA I DUE ITINERARI

Itinerario: pianura
Periodi di Svolgimento: da primavera all'autunno

Dall’oratorio di S. Bartolomeo si continua costeggiando il Rio Riazzone, sulla strada che porta a Chiozza. Si gira a destra per Via Madonna della Tosse fino a Chiozzino (qui non seguire l'indicazione per Scandiano) e si prosegue dritto fino ad un edificio rurale, Casa Tombe. Qui si gira a sinistra e all'incrocio a T con Via Molino Poncino si imbocca a destra. Raggiunta la strada principale si gira prima a destra e poi subito dopo a sinistra. Si prosegue accanto al cimitero e all'incrocio con la strada Scandiano-Arceto si prosegue dritto per Via Morsiani fino a quando si sbuca sulla strada per Fellegara. Girando a destra ci si ricollega a Fellegara con il primo itinerario.

Torna a...

Condividi sui social