info@ilbrugnolo.it + 39 0522.983980

I borghi dell'Appennino Reggiano

I borghi dell'Appennino Reggiano

I più belli da visitare!

L'Appennino Reggiano offre innumerevoli opportunità per chi ama la natura e praticare attività all'aria aperta. Ma non solo. In questo territorio, ricco di storia e di cultura, ci sono anche alcuni caratteristici borghi che aspettano solo di essere scoperti. Quali sono? Scopriamoli insieme!

CASINA

Situato a circa 30 chilometri dal nostro agriturismo, Casina è un delizioso borgo, circondato da un mosaico di piccole frazioni, in cui storia e ambiente si sposano all'insegna della bellezza e dell'ecosostenibilità. A Casina ha sede il Consorzio dell'Ars Canusina, che riunisce alcune imprese artigiane che propongono motivi dell'arte e dell'architettura del casato Canossa nei loro prodotti. Il bene monumentale più importante del paese è il Castello di Sarzano, una delle fortezze medievali meglio conservate dell'Appennino Reggiano. È posizionato sulla sommità di una collina da cui è possibile godere di una bellissima vista. Tra le altre cose da vedere si segnalano l'Oratorio del Carrobbio, la Pieve di Santa Maria Assunta e la Pieve di Paullo.

CARPINETI

A poco più di 25 chilometri dal nostro agriturismo, tra le valli del Secchia e del Tresinaro, si trova il piccolo paese di Carpineti, che ebbe particolare importanza al tempo della contessa Matilde di Canossa. L'abitato è sovrastato dai resti del Castello delle Carpinete, la dimora preferita dalla contessa, la quale vi trascorse lunghi periodi amministrando i suoi territori dall'interno delle sue sicurissime ed inaccessibili mura. Nonostante oggi sia ridotto allo stato di rudere, è ugualmente molto suggestivo. Oltre al castello, meritano una visita anche: l'Abbazia di Marola, fondata tra 1076 e 1092; la Pieve di San Vitale, al cui interno è stato ricavato un piccolo museo lapideo; e la Casa di Cortina, oggi sede di un pregevole museo di fossili.

CASTELNOVO NE' MONTI

Sempre sulle colline reggiane troviamo il paese di Castelnovo ne' Monti, che dista circa 35 chilometri dal nostro agriturismo. Vanta un piccolo centro storico, di origine medievale, che offre stupendi scorci come quelli del lavatoio o di piazza delle Armi. Castelnovo è conosciuto per la Pietra di Bismantova, l'imponente massiccio dalle pareti verticali che si staglia isolato tra le montagne appenniniche. Per la bellezza del paesaggio, la Pietra è uno dei siti naturalistici più visitati dell'area. A sud di Bismantova si possono invece ammirare spettacolari affioramenti di gessi triassici. Fra gli altri luoghi interessanti citiamo: l'antico Eremo di Bismantova, incastonato nella roccia; e il Castello di Felina, di cui rimane un torrione detto "il Salame".

TOANO

Un altro borgo da non perdere è quello di Toano, distante poco più di 40 chilometri dal nostro agriturismo. La zona fu abitata fin dall'epoca romana ma la sua importanza crebbe enormemente nel Medioevo grazie alla famiglia Canossa. La principale attrazione del borgo è la Pieve di Santa Maria Assunta, che secondo lo studioso Alcide Spaggiari è "il monumento perfetto, completo ed integro di arte canusina sull'Appennino". Non è possibile stabilire con precisione la data di costruzione della chiesa ma risulta essere una delle più antiche della diocesi reggiana. Meritano una sosta anche: le Balze di Malpasso, un affascinante geosito in cui affiorano rocce di arenaria; e la Chiesa di San Michele Arcangelo nella frazione di Massa.

VETTO

Sulla sponda destra dell'Enza, a circa 45 chilometri dal nostro agriturismo, sorge il paese di Vetto. Il primo documento storico che ne testimonia l'esistenza è del 1142, quando qui dominava la famiglia Da Palù, ma le sue origini risalgono all'epoca romana. Nel borgo si trovano diversi edifici di pregio storico, tra i quali spicca la Chiesa di San Lorenzo, di origine romanica. Al suo interno si possono ammirare una scultura in legno raffigurante il Cristo morto di Carlo Arlotti e un quadro del XVII secolo che rappresenta San Lorenzo. Degni di nota sono anche: l'Osteria del Turo, una massiccia casa a torre del XVII secolo; e il portale di "Casa Agostino", prima residenza dell'Amministrazione comunale.

VILLA MINOZZO

Nell'alto Appennino Reggiano, a poco più di 40 chilometri dal nostro agriturismo, si trova Villa Minozzo, La Vìla da Mnòcc in dialetto locale. Il paese è circondato da campi coltivati a foraggi che permettono la produzione di Parmigiano-Reggiano nel locale caseificio. Nell'antica Rocca, sede del Centro Culturale Polivalente "Arrigo Benedetti", si può visitare il Museo del Maggio, dedicato al "maggio drammatico", una forma affascinante di teatro popolare cantato. Sul territorio comunale sono inoltre presenti numerose emergenze monumentali ed architettoniche, tra le quali si segnalano la Torre dell'Amorotto e il Ponte di ca' di Gnano.

Foto Casina © Comune di Casina | Toano © Comune di Toano | Vetto © Comune di Vetto | Villa Minozzo © Comune di Villa Minozzo

Torna a...

Condividi sui social